Conoscere ed usare tecniche narrative

Da latecadidattica alcune schede di italiano per la cl. 5^ finalizzate all'analisi di testi narrativi e al riconoscimento di particolari tecniche usate dall'autore: il monologo interiore, il flash forward e l'alternanza di procedimenti.
un incontro preoccupante
nell'attesa
il commissario e la bambina
post correlati:
il flashback - comprensione e produzione del testo

Arricchiamo la frase minima = soggetto + predicato + espansioni

Per i bambini delle cl. 2^ e 3^ alcune schede didattiche di italiano per esercitarsi sulla frase minima e sul suo arricchimento attraverso le espansioni.la frase minima da maestrasabryfrase minima - eserciziarricchire la frase minimaespandere la frase minima

vedi anche i nostri ebook di grammatica

Riconosciamo i nostri confini naturali e artificiali

Schede didattiche di geografia per i bambini della cl. 2^ per comprendere il significato di confine e regione e riconoscere i confini naturali e quelli artificiali.
confine.pdf

confini_naturali_artificiali.pdf
spazi_chiusi_aperti.pdf

post correlati:
confini e regioni interne ed esterne

Per fare al meglio le prove Invalsi Ulteriori suggerimenti per le prove di matematica

Anche per la prova di matematica di martedi' 11 maggio valgono i consigli che trovate nel nostro post Un decalogo per fare al meglio le prove Invalsi.
In aggiunta, ricordate che:
  1. Siate sicuri di aver capito il testo perfettamente;
  2. Potete scrivere, schizzare, fare schemi, disegnare, fare calcoli ed altro sul foglio completamente bianco contenuto nel fascicolo;
  3. Dovreste avere un'ora a disposizione e quindi potete accantonare le domande più difficili per riprenderle alla fine;
  4. Alle domande che ritenete di non sapere, date comunque una risposta andando per eliminazione, scartando cioè le risposte "impossibili" e scegliendo quella più "probabile";
  5. Alla fine, se avete tempo, fate dei controlli sulle risposte date, anche provando strade diverse

Sondaggio sulle prove INVALSI Noi non siamo d'accordo

I risultati del nostro sondaggio meritano un commento a caldo. Ci aspettavamo risposte critiche sulla difficoltà delle prove o sulle modalità di esecuzione ma dal sondaggio esce una netta contrarietà sull'utilità delle prove e sullo stress che inducono e che sono chiaramente correlate al parere dei docenti e non a quello dei genitori. Insomma, la maggior parte delle maestre è contraria a prove come quelle Invalsi considerate inutili, stressanti e difficili.
Ci permettiamo di sostenere qui che non siamo per nulla d'accordo con queste conclusioni.
La valutazione del livello di alcune conoscenze raggiunte dagli allievi è fondamentale per autocorreggere il lavoro dei docenti. Tutti i sistemi formativi avanzati lo fanno; la nostra scuola oggi ne ha estremo bisogno e la categoria docente ha una reale occasione di crescita nel gestire il processo. Piuttosto che un rifiuto vanno invece chieste responsabili risposte ai difetti emersi nella somministrazione (DSA, stranieri, ecc.) o presenze dei responsabili Invalsi nelle scuole e interazione con le famiglie per chiarire lo scopo della valutazione; insomma, basta con le irresponsabili carenze ministeriali.
Il rifiuto a somministrare le prove che in qualche scuola si è verificato può essere invece una forma di protesta per il massacro della scuola ma non deve essere una irragionevole resistenza ad essere valutati come docenti.

Sondaggio sulle prove INVALSI del 6 maggio

Ieri sono iniziate le prove INVALSI 2010 con la prova di italiano per i bambini delle seconde e quinte classi. Per monitorare insieme il vostro parere, abbiamo predisposto il sondaggio che trovate a lato e che vi chiediamo di compilare.
L’11 maggio 2010 è prevista la prova di matematica per le stesse classi.

Post più popolari del mese

Tutte le schede didattiche